Home    Chi Siamo    Dove Siamo    Ufficio Stampa    Link Utili    Area riservata   Lunedì, 21 agosto 2017   
  TELEX... NO DIGITAL DIVIDE. Nella sede della Cgil di Messina navighi gratuitamente senza fili
Assistenza e sostegno al reddito
Se hai diritto agli assegni familiari puoi rivolgerti al Patronato INCA. Fanno sempre parte del nucleo familiare, il coniuge e i figli minori o maggiorenni inabili.

Per verificare se e a quanto hai diritto puoi rivolgerti a uno dei nostri uffici.

Anche se non li hai richiesti in passato, puoi recuperare fino a cinque anni di importo degli assegni.
Sei in attesa di figli, o hai intenzione di adottarne, nel corso del rapporto di lavoro? Puoi rivolgerti al Patronato INCA per assistenza nella compilazione ed eventuale tutela al fine di ottenere il congedo di maternità, sia ordinario che anticipato.

Inoltre puoi richiedere tramite l’INCA i congedi parentali e tutte le informazioni relative ai permessi a cui hai diritto, sia per la madre che per il padre.

Inoltre potrai verificare la correttezza dell’accredito dei contributi figurativi sulla tua posizione assicurativa.

Per tutti questi servizi l’assistenza è gratuita.

Potrai recarti all’ufficio dell’INCA che ti risulta più comodo da raggiungere.
Se hai avuto un periodo di malattia e sei stato indennizzato dall’INPS, potrai verificare presso il Patronato INCA la correttezza dell’accredito figurativo sulla tua posizione assicurativa.

Devi sapere che puoi rivolgerti al Patronato INCA anche in caso di sospensione dell’indennità o revoca da parte dell’INPS, qualora ci siano le condizioni per presentare un ricorso amministrativo, o, se necessario un contenzioso legale.

Dovrai presentarti al al nostro sportello con il provvedimento di diniego e tutta la documentazione che provi la giustificazione dell’eventuale assenza.

Potrai recarti all’ufficio dell’INCA che ti risulta più comodo da raggiungere.
La Camera del Lavoro di Messina è da tempo impegnata sul versante della prevenzione ai rischi sul lavoro e nella lotta ai fenomeni di irregolarità e illegalità, che sono alla base del problema della sicurezza.

Il Sistema dei Servizi, in particolare, nel corso degli ultimi anni si è progressivamente strutturato al fine di affrontare in maniera sistematica il problema della tutela delle lavoratrici e dei lavoratori coinvolti in incidenti sul lavoro, sia in rapporto agli Istituti previdenziali e assistenziali, sia attraverso il sostegno nelle azioni giudiziarie intraprese per i casi di maggiore gravità (costituzione di parte civile e cd. “intervento adesivo”).

Da un lato la crescente richiesta di un più incisivo intervento sindacale sul versante della sicurezza sul lavoro e dall’altro i sempre più numerosi casi di infortunio e di problemi di salute di origine professionale che ogni giorno i Servizi intercettano hanno posto l’esigenza, sul piano organizzativo, di integrare maggiormente le diverse azioni di tutela esistenti.

Sono queste le ragioni che hanno portato all’istituzione di uno Sportello Infortuni e Malattie Professionali, che si ponesse come punto di raccordo e di coordinamento delle funzioni svolte in questo ambito dalle diverse strutture.

Lo Sportello opera in stretta relazione col Patronato INCA e l’Ufficio Vertenze, offrendo un servizio di assistenza e orientamento ai lavoratori che hanno subito un incidente sul lavoro e facilitando loro l’accesso alle diverse azioni di tutela che la Camera del Lavoro è in grado offrire.

Lo Sportello rappresenta quindi la prima interfaccia tra il Sistema Servizi e il lavoratore infortunato, il quale – attraverso una attenta opera di informazione e di ascolto – viene messo nelle condizioni per ricevere un’efficace assistenza in relazione alla specificità del suo problema.
Al patronato INCA è possibile avviare le pratiche per il riconoscimento di handicap grave e la conseguente richiesta di permessi previsti dalla legge n. 104/1992.

Inoltre i lavoratori che intendono chiedere di fruire dei permessi per assistere parenti o affini con handicap grave, potranno rivolgersi al Patronato INCA.

Sempre al patronato INCA è possibile avviare la pratica per richiedere il congedo biennale retribuito per assistere i figli o il coniuge con handicap grave.

Tutti i nostri servizi sono gratuiti.

Il patronato assiste anche in fase di contenzioso con la propria consulenza medico-legale.

Potrai quindi recarti all’ufficio dell’INCA che ti risulta più comodo da raggiungere.
All’INCA è possibile rivolgersi in caso di invalidità grave per richiedere l’indennità di accompagnamento.

E’ necessario munirsi di certificato del medico curante che attesti l’impossibilità del richiedente a compiere gli atti quotidiani della vita. Inoltre servono la fotocopia di un documento di identità e della tessera sanitaria.

L’INCA ti assiste anche in caso di contenzioso, attraverso la consulenza di parte di medici e legali.

Potrai quindi recarti all’ufficio dell’INCA che ti risulta più comodo da raggiungere.
In caso di licenziamento in seguito a procedura di mobilità, potrai rivolgerti al Patronato INCA per presentare la domanda di indennità e per ottenere tutte le informazioni sulla posizione assicurativa, la pensione e le compatibilità con altre forme di rapporto di lavoro.

E’ necessario che ti iscrivi immediatamente in seguito alla cessazione del lavoro al Centro per l’Impiego territorialmente competente (per Messina, ad esempio, è in piazza Casa Pia), e potrai quindi recarti all’ufficio dell’INCA che ti risulta più comodo da raggiungere, per presentare la domanda di indennità.

All’INCA ti verranno fornite tutte le informazioni sulla cassa integrazione guadagni ordinaria e straordinaria.
In caso di perdita di lavoro per licenziamento o dimissioni per giusta causa, potrai venire al Patronato INCA e verificare se hai diritto all’indennità di disoccupazione ordinaria.

E’ necessario che ti iscrivi immediatamente in seguito alla cessazione del lavoro al Centro per l’Impiego territorialmente competente (per Milano, ad esempio, è in viale Jenner 24), e potrai quindi recarti all’ufficio dell’INCA che ti risulta più comodo da raggiungere, per presentare la domanda.

Per non perdere settimane di indennizzo, ti conviene effettuare tutti gli adempimenti entro una settimana dal licenziamento. Ti ricordiamo infine che, trascorsi 68 giorni dalla data del licenziamento senza aver presentato la domanda, perderai completamente il diritto.

Qualora tu non abbia diritto all’indennità di disoccupazione ordinaria, e hai lavorato almeno 78 giorni nell’anno di riferimento, potresti presentare, tramite l’INCA, entro il 31 marzo dell’anno successivo la domanda di indennità di disoccupazione con i requisiti ridotti.

E’ infine possibile presentare domande di disoccupazione agricola.

I nostri uffici sono abilitati alla presentazione delle domande con la procedura telematica.
Hai svolto lavoro come dirigente oppure con qualifica di giornalista o come libero professionista iscritto alle Casse professionali?

Potrai rivolgerti al Patronato INCA che, gratuitamente, ti fornirà la consulenza necessaria per verificare il diritto alla prestazione pensionistica o alla totalizzazione dei periodi assicurativi.

Nel caso di possesso di periodi da libero professionista, sarà necessario procurarsi prima un estratto contributivo dalla Cassa di appartenenza.
a cura del Sistema Servizi CGIL Messina

NETWORK CGIL
  CGIL Messina © 2010 | Tutti i diritti riservati | Privacy | Uso dei cookies
Powered by: AMS Consulting S.r.l.

Sede principale in via Peculio Frumentario dove hanno sede gli uffici amministrativi, quelli del Segretario generale e dei Segretari confederali,
di alcune categorie (Fillea, Filcams, Flai, Flc, Fp, Fisac, Filctem, Fiom), quelli dell'Inca, del Caaf, l'Ufficio vertenze, l'Ufficio immigrati,
il Dipartimento Territorio e ambiente, il Coordinamento donne.